Trasporto protetto

Ultima modifica 16 dicembre 2019

Le persone anziane e le persone disabili, che
− non abbiano possibilità alcuna di spostarsi con mezzi propri,
− non possano contare sull’aiuto di familiari o di altre persone vicine,
− debbano recarsi presso centri specialistici per terapie, visite o esami medici, oppure scuole, centri formativi o educativi, possono fare domanda al Servizio Sociale del Comune per il servizio di trasporto protetto.

Per usufruirne, occorre rivolgersi, con almeno cinque giorni lavorativi di anticipo allo sportello del Servizio Sociale che valuta la domanda; in caso di risposta positiva, viene attivata la prenotazione del trasporto qualche giorno prima della necessità. Si fa presente che il servizio viene garantito compatibilmente con le risorse (umane e di mezzi) effettivamente disponibili. In caso di impossibilità per il Comune di garantire il trasporto negli orari richiesti, l’assistente sociale fornirà un’indicazione di altre associazioni o enti a cui far riferimento per l’organizzazione del trasporto stesso. Il servizio di trasporto protetto è effettuato anche con mezzi attrezzati per il trasporto di carrozzine. La vettura in dotazione è di proprietà del comune, l’autista è un volontario dell’AUSER, sempre supportato da un accompagnatore. Su questi mezzi non è possibile trasportare persone allettate, in trattamento di dialisi o in emergenza sanitaria. In questi casi conviene rivolgersi al Servizio Sociale che indica i trasporti a carattere sanitario più idonei. Il percorso è limitato di norma al territorio del comune di Ornago e a quello dei comuni limitrofi. Per ogni variazioni dell’orario, o per rinuncia al trasporto è necessario informare tempestivamente il personale del Servizio Sociale.